Il gregge…e la pecora nera

Il Gregge – La fragatina edizioni

Fare la pecora è facile.
Soprattutto se si ha un buon gregge sul quale contare
con tanto di istruttore che da chiare e precise indicazioni:

mangiare, saltare, saltare…facile no?

Tra l’altro si salta a chiamata: ad ogni bambino è affidato un gregge il quale può essere interpellato ogni qualvota la notte si fatichi a dormire.

Fare la pecora, insomma, è davvero semplice.

Ma non per 4.

Quattro è  stanca di ubbidire al regolamento della buona pecora copia-incolla, stanca di seguire il gregge, stanca di saltare!

ed ecco…presto fatto…il gregge si trova a carico una pecora NERA. Una dissidente con tutti i fiocchi, che all’appello di Michele, il nostro piccolo insonne, si rifiuta di saltare e di presentarsi in fila ubbidiente.

Il gregge a questo punto è esasperato e non sa come procedere…il regolamento prevede una sequenza ordinata di pecore in fila che saltano in funzione del numero loro assegnato…se manca quattro…come si fa?

Mi vengono in mente un paio di soluzioni che metteremmo in atto qui, nel lontano mondo reale dove tutto è democrazia , ordine e regole ben delineate (sentite il sarcasmo o lo devo esplicitare? 😉 Per esempio si attiverebbe un’assemblea di emergenza dove ribadire a Quattro le regole e sottolinearle le sue mancanze, nel caso in cui la pecora nera non si decidesse a tornare nel suo ruolo…sarebbe, ovviamente, cacciata e sostituita. No?

Essere una pecora è facile in fondo: basta allinerasi col gregge.

Bhe…- fortunatamente – non è così nel mondo di Michele e di La Fragatina, casa editrice da tenere sott’occhio.

Ora si apre la mia vena romantica eh..? Per cui portate pazienza se mi viene da fare una riflessione sul fatto che Michele, uno di quei bimbi sensibili e soprattutto svegli in tutti i sensi..possa forse sentire una sorta di empatia con l’unica pecora che sa dire no ad un salto a comando e che per questo…nasca una connessione ed una comprensione..

Accade qualcosa…non sappiamo subito cosa…ma vediamo giungere da lontano un postino con una lettera indirizzata a “miss dissidente” (la pecora nera del gruppo, quella da rimproverare, emarginare, se possibile da estromettere)

cosa ci sia scritto sulla lettera nessuno lo sa..eppure vediamo quattro alzarsi, spostarsi dal suo ruolo e saltare…saltare nel vuoto, farsi piccola, piccola e sparire…

2_24

Sparire…tra le braccia di Michele.

Ora…non so se questo albo ha qualcosa di educativo. Sì per la prima volta faccio fatica ad inquadrare il perchè mi piaccia tanto…anzi no…lo so bene ma non so raccontarvi come applicarlo a scuola… so raccontarvi cosa fa a me.

A me che tendo a sognare a spada tratta, come una capra cocciuta che si ostina a credere, a credere nonostante tutto.

A me che sono alternativamente quattro, Michele e qualche volta tutti e due messi insieme.

A me che il gregge proprio non lo capisco…che forse mi fa anche un pò arrabbiare che però invidio anche…così compatto, resistente agli attacchi, così “abbiamo sempre fatto così” che vive senza alcun dubbio nelle sue abitudini.

insomma..a me questo albo apre delle domande:

– come fa ad esser facile stare in un gregge e fare la pecora? Io alla mia veneranda età non l’ho ancora imparato…e ancora mi da un pò fastidio quando incontro qualche pecora.

– come si fa ad essere così cocciutamente Quattro e poi farsi convincere così..a fare quello che tanto avresti dovuto fare prima o poi: saltare nel vuoto.

– come si fa ad essere Michele? a credere senza riserve e a dichiarare “ho bisogno di te” davanti a chi di bisogno sente solo il proprio?

Ho risposte che mi attanagliano…io che amo le domande…e allora le trasformo e le giro a voi:

– quanto è rassicurante stare in un gregge? e quanto è difficile starne fuori? Ecco…questo a me da sollievo dalla rabbia per le pecore, mi aiuta ad avvicinarle…e mi da anche sollievo dal carattere sfrontato e coraggioso di Quattro che, nasconde, invece, ferite e debolezze…me la fa amare ancora di più…ovviamente 😉

-cosa rende possibile il cambiamento di Quattro? Michele…che non ha visto nelle scelte della pecora opposizione ed affronto ma bisogno di amore.. e Michele non ha offerto a questa creatura parole di conforto, regole da seguire, rimproveri da subire…no. Michele ha sentito un legame per Quattro e glielo ha espresso così..con un abbraccio virtuale,che mi ricorda ogni volta una “chiamata alla vita”….quella stessa descritta qui: La vostra voce: amarsi prima di vedersi

Ecco Michele ha dato vita al desiderio reciproco di incontrarsi. A quell’autentica possibilità di accogliersi vicendevolmente senza riserve e pregiudizi. Quattro con le sue resistenze, con il suo passo indietro rispetto alle regole, al gruppo… Michele con il suo bisogno di lasciarsi andare al sonno, con il suo bisogno di vicinanza, con il suo cuore attento alle differenze e in grado di amarle.

Sì è arrogante da parte mia identificarmi con entrambi…eppure, ad onde, mi sento così: distante dalle imposizioni ma vicinissima ai salti nel vuoto dettati dal cuore.

In questo si somigliano loro due, ed io a loro, si muovono dettati dal cuore.

E allora ecco forse che mi viene spontaneo chiedervi di essere così anche in educazione…mantenetevi saldi alla professionalità ma ascoltateli i bambini…col cuore.

E se posso insistere, aggiungere: ascoltate anche le famiglie, i colleghi…con la stessa pancia aperta ad accogliere a tradurre, a tenere dentro ma anche a “chiamare al salto nel vuoto”.

Chi sta nel gruppo, e chi sta fuori, chi ci chiama a cambiare, chi crede nonostante tutto..tutti questi hanno bisogno che qualcuno creda in loro per essere incontrati…ecco…siate chi li incontra, chi desidera conoscere senza pre-giudizio.

GRAZIE.

—> per un assaggio del libro, la video lettura qui: Il gregge

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: